Dal Ser.T al Ser.D: Servizi per le Dipendenze.

Photo by Kindel Media on Pexels.com

Il Ser.T (Servizio per le Tossicodipendenze) è un servizio pubblico del Sistema Sanitario Nazionale dedicato alla prevenzione, riabilitazione e cura delle persone che hanno problemi di dipendenza da sostanze psicoattive (droghe o alcool, ad esempio).

Attualmente si parla di Ser.D andando, con ciò, ad indicare i Servizi per le Dipendenze. I Ser.D ricomprendono funzioni e organizzazione dei vecchi Ser.T ma -ed è qui la grande novità- estendono il loro intervento anche alle dipendenze comportamentali e alle sostanze da abuso legali (pensiamo a tal proposito alle dipendenze da videogiochi, dipendenza dal pc, gioco d’azzardo oppure alla dipendenza da antidepressivi o antinfiammatori).

I Ser.D dipendono dalla Regione e sono attivi all’interno dell’Asl (in ogni Distretto Sanitario). All’interno della struttura operano diversi operatori, tutti specializzati nel trattamento e nella presa in carico della persona con una dipendenza (medici, infermieri professionali, educatori professionali, sociologi, assistenti sociali e psicologi).

Il Ser.D offre servizi gratuiti e garantisce, in accordo con la legge e la deontologia, l’anonimato (deve essere sempre garantito l’anonimato e il rispetto per la privacy -segreto professionale- con la possibilità di applicare l’anonimato sui dati anagrafici così come disposto dalla legge 309/90 art.120). I servizi del Ser.D hanno l’obiettivo di fornire il sostegno e l’orientamento ai tossicodipendenti e alle proprie famiglie dal punto di vista medico-infermieristico anche grazie alle campagne di informazione e di prevenzione.

Che cosa fa il Ser.D?

Le strutture accertano lo stato di salute psicofisica del soggetto arrivando alla definizione di programmi terapeutici individuali che possono essere effettuati o nel Ser.D stesso o in altre strutture convenzionate come i centri di recupero. E’ fondamentale il monitoraggio continuo del soggetto: per questo vengono effettuati molto spesso esami del sangue, delle urine e dei capelli.

I Ser.D operano nel rispetto dei criteri fissati dai livelli essenziali di assistenza (LEA) assicurando la disponibilità dei principali trattamenti relativi alla cura e riabilitazione dall’uso di sostanze, garantendo, compatibilmente con le risorse economiche a loro disposizione, la libertà di scelta del cittadino e della sua famiglia ad attuare i programmi terapeutico-riabilitativi presso qualunque struttura autorizzata in tutto il territorio nazionale. I Ser.D, in accordo con il paziente e con il proprio nucleo familiare, anche mediante l’utilizzo di altri servizi specialistici, pubblici e privati accreditati o autorizzati, si occupano della prevenzione e della cura di tutte le patologie correlate alla dipendenza da sostanze.

Nel Ser.D quindi ci si occupa di:

  1. garantire accoglienza, diagnosi e presa in carico del paziente.
  2. predisporre, per ogni singolo utente, un programma terapeutico.
  3. effettuare terapie farmacologiche specifiche, sostitutive, sintomatiche e antagonistiche, compreso il monitoraggio clinico e laboratoristico, verificando l’opportunità di tali interventi e mantenendo contemporaneamente l’obiettivo del superamento dello stato di dipendenza anche dai farmaci sostitutivi.

I SerT (ora Ser.D) sono costituiti secondo i criteri della Legge 26 giugno 1990, n. 162, e dei decreti del Ministro della Sanita’ del 12 luglio 1990, n. 186, 30 novembre 1990, n. 444, 19 dicembre 1990, n. 445, 23 dicembre 1990, n. 448, e del decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 9 ottobre 1990.

“Finisce bene quel che comincia male”

Dott.ssa Giusy Di Maio, Psicologa Clinica, matr. 9767